Progetto WTag
NEXTGENERATIONEU – PNRR – National Biodiversity Future Center – Progetto “WTag” innovativo sistema GPS sottomarino per la conservazione delle aree protette
loghi progetto

L’Ente Parco Migliarino, San Rossore, Massaciuccoli è tra i vincitori del bando promosso dal C.N.R. con un progetto incentrato sul monitoraggio delle acque marine grazie ad un sistema innovativo mai realizzato che prevede l’utilizzo di tecnologie di comunicazione wireless sottomarine.

Il progetto WTag: Sistema GPS sottomarino e comunicazione wireless per la conservazione di aree protette, finanziato dal Programma di Ricerca del Centro Nazionale della Biodiversità “NATIONAL BIODIVERSITY FUTURE CENTER (NBFC)”, con risorse del PNRR nell’ambito dell’iniziativa Next Generation EU, prenderà il via ad inizio estate per terminare entro il settembre del 2025.

L’Ente Parco è risultato fra i 55 vincitori di questo bando che ha visto partecipare oltre 100 aree protette italiane.

L’Ente Parco si avvarrà della collaborazione di soggetti privati e soggetti pubblici per la realizzazione delle attività previste.

L’area marina protetta scelta per l’installazione del sistema wireless sottomarino è situata a largo della costa livornese, in prossimità delle secche della Meloria, che l’Ente Parco ha in gestione per proteggere e valorizzare l’habitat marino presente.

Sono orgoglioso di poter ospitare un progetto così innovativo che permetterà di monitorare l’habitat marino della Meloria in tempo reale e con dati sempre aggiornati. Il monitoraggio ‘”da remoto” consentirà non solo un notevole risparmio di risorse, ma soprattutto ci darà la possibilità di produrre dati altamente attendibili che saranno utilizzati per studi, ricerche e per salvaguardare al meglio l’area marina protetta” – commenta l’arch. Andrea Porchera, responsabile del progetto.

Connettere il mondo sottomarino tramite tecnologie di comunicazione wireless è una sfida affascinante e complessa. Applicare la tecnologia GPS sotto il livello del mare è ancora più sfidante, poiché la salinità dell’acqua, la temperatura, il moto delle onde e altri disturbi esterni, quali il rumore delle barche e delle navi impongono la progettazione di reti che possano adattarsi di conseguenza a tale costante variabilità.

La tecnologia utilizzata sarà di facile dispiegamento e manutenzione e utile a fornire capacità di comunicazione (scambio di messaggi) tra Operatori Scientifici Subacquei (OSS) mediante l’uso di tablet sottomarini. La tecnologia offerta è altresì abilitante al monitoraggio in tempo reale di parametri di temperatura e profondità, e a fornire un nuovo sistema di geolocalizzazione sottomarino basato su algoritmi di localizzazione acustica LBL (Long Baseline) abilitando la capacità di raccogliere immagini sottomarine tramite tablet, localizzarle e successivamente analizzarle tramite una piattaforma cloud di raccolta dati.

Scarica la presentazione del progetto